Etnico
/
Pechino

​Fortuiti incontri gustosi 铁锅一居 – Tiěguō Yījū – Pasta brasata

Indirizzo
铁锅一居(甜水园店)甜水园街棕榈泉生活广场旁 Tiěguō Yījū (sede di Tiánshuǐyuán) Tiánshuǐyuán Jiē, sul lato del Palm Springs Lifestyle Square
Parola Chiave
Chinese, Cina, Etnico, Pasta brasata, Pechino, Streetfood

Ci sono incontri talmente casuali che sorprendono proprio per la loro (fortunata alla fine) casualità.

Tipo quando volevi andare da qualche parte mentre poi finisci per andare da tutt’altra parte, e sulla strada del ritorno un qualche disguido ti porta da un’altra parte ancora, sulla cui strada noti improvvisamente un posto che non sapevi nemmeno esistesse e non ti aspettavi assolutamente di vedere…

Ecco, questo è, su per giù, quello che è successo ieri sera…Di ritorno da una passeggiata che avrebbe dovuto vederci rientrare nel primo pomeriggio, e che si è invece protratta per diversi motivi fino quasi a sera, ci siamo resi conto, con terrore, che non saremmo mai arrivati in tempo al negozio vicino casa (la filiale di 青年路 -Qīngnián Lù – della famosa catena di snack tipici pechinesi chiamata 稻香村 – Dàoxiāngcūn – ) per comprare al nano un tipo di salsiccia fresca di pollo che gli piace tanto e che gli avevamo promesso prima di uscire. Non avendo dormito dopo pranzo, come invece fa di solito, temevamo che la mancanza di sonno abbinata alla delusione di non poter avere quello che gli era stato promesso, avrebbe scatenato una fase di pianto e di lamenti piuttosto lunga e incontrollabile (cosa gia successa all’andata per la mancanza della sua “amata” copertina bianca) cosi abbiamo cercato di trovare un modo di ovviare alla situazione. Eccoci quindi scendere a metà strada per dirigerci a piedi verso un altro negozio della catena in questione, sperando di poter fare il nostro acquisto…Inutile ovviamente dire che non solo non abbiamo trovato il prodotto che cercavamo (se una cosa deve andare storta ci va fino alla fine), ma che abbiamo dovuto ovviare comprandone tanti simili al supermercato li’ vicino.

All’uscita, mentre ce ne tornavamo stanchi e infreddoliti verso la metro, ecco la luce…nel vero senso della parola…

Attirato dalla particolarità del nome e dalle dimensioni estremamente ridotte del locale (ho sempre avuto un debole per i “buchetti di muro” culinari, che quasi sempre, nella mia esperienza, si sono rivelati splendide sorprese) mi sono avvicinato per vedere meglio di cosa si trattasse: una piccolissima filiale di 铁锅一居 – Tiěguō Yījū – (letteralmente “la casa del calderone di ferro”), una per noi al momento ancora sconosciuta catena specializzata in un piatto, o forse meglio dire un tipo di cucina, nota come 焖面 – mènmiàn – liberamente traducibile come “pasta (nella fattispecie solitamente tagliolini freschi abbastanza spessi) brasata”.
L’intestazione rossa della lavagnetta all’ingresso, su cui con i gessetti era scritto anche il menu, faceva molto ben sperare: 焖面专家 – mènmiàn zhuānjiā – “gli specialisti della pasta brasata”. In quel momento non ero ancora ferratissimo della pietanza in questione, ma da buon italiano l’idea di tagliolini freschi ripassati in un pentolone di ferro era irresistibile.

La particolarità della pietanza sta nella sua preparazione: i tagliolini, rigorosamente freschi, sono realizzati con farina di grano e vengono aggiunti ancora crudi nella pentola sopra gli altri ingredienti che compongono il piatto (in precedenza debitamente cotti e insaporiti davanti ai nostri occhi); vengono poi lasciati “cuocere” con pochissimo liquido (aiutati in questo dal vapore che si forma all’interno della pentola chiusa da un pesante coperchio di vetro) per meno di 5 minuti. Al termine della cottura, prima di servirli, vengono mescolati per bene al resto del condimento per amalgamare il tutto e dar loro più sapore e colore.
L’interno del locale è molto piccolo, ma comodo, ben arredato e, considerato il freddo della sera pechinese, gradevolmente riscaldato.
I 铁锅 – tiěguō – calderoni di ferro da cui la catena prende il nome, in cui vengono brasati e poi serviti i tagliolini.
Caratteristica tipica di molti ristoranti qui a Pechino, specialmente quelli che desiderano offrire un’atmosfera “cool” e rilassata al tempo stesso, il menu è scritto con gessetti a mano su semplici lavangne affisse all’interno: le tre diverse sezioni sono per 特色焖面 – Tèsè Mènmiàn – (pasta brasata della casa), 精品凉菜 – Jīngpǐn Liángcài – (piatti freddi di prima qualità) 精品酒水 – Jīngpǐn Jiǔshuǐ – (vini e bevande di prima qualità). Le tipologie di piatti che offre il locale sono infatti solo 3: i tagliolini brasati, per l’appunto, dei piatti freddi, gia confezionati e in mostra nel frigorifero al lato del bancone, e le bevande, alcoliche o meno.
Proprio da qui abbiamo scelto le pietanze che più ci attiravano al momento (scelta piuttosto difficile, almeno per me, dato il mio amore spudorato per la pasta e la presenza di varianti tutte piuttosto appetitose): 孜然羊肉焖面 – Zīrán Yángròu Mènmiàn – (gustosa unione di un caposaldo della cucina pechinese, il montone con cumino, e i tagliolini brasati) per me e 排骨鲜豆角焖面 – Páigǔ Xiāndòujiǎo Mènmiàn – (tagliolini con deliziose costine di maiale e fagiolini freschi) con 蒜泥茄子 – Suànní Qiézi – (gustoso piatto freddo di melanzane arrostite condite e insaporite con un trito di aglio) per mia moglie.

I Mènmiàn nascono storicamente nell’area centro settentrionale del paese (山西 Shānxī, 陕西 Shǎnxī,河南 Hénán,河北 Héběi,北京 Pechino、天津 Tiānjīn、内蒙古 Mongolia Interna,辽宁 Liáonínɡ,安徽 Ānhuī e 湖北 Húběi e tutte le provincie a nord del 长江 – Chángjiāng -, il Fiume Azzurro ) dove sono tutt’ora diffusissimi e molto amati. La ricetta tradizionale prevede l’uso di maiale e fagiolini freschi, ma qui si possono gustare tipologie molto diverse ed originali.

Leggi di più
Aperto la Domenica
Brunch
Dehors
Delivery
Family Friendly
GlutenFree
HappyHour
Parcheggio
Sala Fumatori
Vegan
WiFi